Quando il cibo ipnotizza, cosa succede davvero?

Quando il cibo ipnotizza, cosa succede davvero?

Un boccone si succede all’altro quasi in maniera automatica, la pancia è piena ma sembra che il messaggio non arrivi al cervello. Il cibo non è più una gioia, ma qualcosa contro cui combattere.

Possono diventare abbuffate, ma la cosa più importante da considerare è questa:

► Quel comportamento porta con sé un messaggio molto importante.

La fame nervosa, quando si manifesta in maniera incontrollabile, porta alla nostra attenzione un bisogno.
Può essere il bisogno di amore, di riposo, può essere il bisogno di un po’ di attenzione per noi stessi dopo tanto che la dedichiamo ad altri, può essere diverse cose…
L’importante è sapere che quel tipo di fame non è fame di cibo, ma è desiderio di altro.

Per liberarsene quindi a poco servono nuove regole alimentari e nuove diete, è utile piuttosto saper ascoltare il messaggio e trovare un modo diverso di soddisfare il proprio bisogno.

L’obiettivo non è esercitare un controllo all’ultimo sangue, ma smettere di combattere contro il cibo e tornare a godersi la tavola e le relazioni.

Quando è stata l’ultima volta che sei stato disposto ad ascoltarti?
informafelici libertàemotiva

Lascia un commento